Vai menu di sezione

Assemblea

Sono di seguito riportati i riferimenti dello Statuto ove viene disciplinata l'Assemblea

Statuto UPIPA - Art. 23 (Assemblee)

"L’assemblea potrà svolgersi, oltre che nella sede sociale, in altro luogo della provincia di Trento, purché di agevole accesso con i comuni mezzi di trasporto, purché in Italia. Le Assemblee sono ordinarie e straordinarie. La loro convocazione deve effettuarsi mediante posta elettronica certificata, lettera raccomandata, comunicazione via fax o altro mezzo idoneo a garantire la prova del ricevimento da parte di ciascun socio avente diritto di voto, almeno 15 giorni prima dell’adunanza, contenente l'ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione, che deve essere fissata in un giorno diverso da quello della prima. In mancanza dell'adempimento delle suddette formalità, l'Assemblea si reputa validamente costituita quando siano presenti o rappresentati tutti i soci con diritto di voto e la maggioranza degli Amministratori e dei Sindaci effettivi, se nominati. Tuttavia ciascuno degli intervenuti può opporsi alla discussione degli argomenti sui quali non si ritenga sufficientemente informato."

Competenze

Art. 24 (Funzioni dell’Assemblea)

L'Assemblea ordinaria:
a) nomina il Presidente
b) approva il bilancio e destina gli utili o la copertura delle perdite (qui link  all'area riservata);
c) delibera sull’eventuale istanza di ammissione proposta dall’aspirante socio ai sensi dell’articolo 6, comma 5, del presente statuto; d) procede alla nomina e revoca degli Amministratori;
e) procede alla eventuale nomina dei Sindaci e del Presidente del Collegio sindacale e del soggetto deputato alla revisione legale dei conti;
f) determina la misura dei compensi da corrispondere agli Amministratori, ai Sindaci e al soggetto deputato alla revisione legale dei conti;
g) approva i regolamenti che determinano i criteri e le regole inerenti lo svolgimento dell’attività mutualistica, con le maggioranze previste dall’art. 2521, u.c., del codice civile (qui link all'area riservata);
h) delibera sull’eventuale erogazione del ristorno ai sensi dell’articolo 20 del presente statuto;
i) delibera sulla responsabilità degli Amministratori e dei Sindaci;
j) fissa l’importo del sovrapprezzo;
k) approva programmi pluriennali finalizzati allo sviluppo e all’ammodernamento aziendale e i loro stati di attuazione in occasione dell’approvazione dei bilanci (qui link all'area riservata);
l) delibera l’adesione della Società ad Enti ed Associazioni;
m) delibera sugli altri oggetti sottoposti al suo esame con regolare ordine del giorno dal Consiglio di Amministrazione o dal Collegio Sindacale, oppure in seguito a richiesta scritta di almeno un quinto dei Soci, presentata almeno trenta giorni prima di quello fissato per l’Assemblea.
n) delibera su tutti gli altri oggetti riservati alla sua competenza dalla legge e dal presente statuto.
Essa ha luogo almeno una volta all'anno nei tempi indicati all’art. 19. L'Assemblea inoltre può essere convocata tutte le volte che l’Organo amministrativo lo creda necessario, ovvero per la trattazione di argomenti che tanti soci che rappresentano almeno un decimo dei voti spettanti a tutti i soci sottopongano alla loro approvazione, facendone domanda scritta agli Amministratori. In questo ultimo caso, la convocazione deve avere luogo senza ritardo e comunque non oltre trenta giorni dalla data della richiesta. La convocazione su richiesta dei soci non è ammessa per argomenti sui quali l’Assemblea delibera, a norma di legge, su proposta degli Amministratori o sulla base di un progetto o di una relazione da essi predisposta. Sono riservate all'Assemblea straordinaria: - le deliberazioni sulle modifiche dello Statuto e sullo scioglimento della Cooperativa; - la nomina dei liquidatori e la determinazione dei relativi poteri; - le altre materie indicate dalla legge.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 13 Dicembre 2017 - Ultima modifica: Mercoledì, 24 Ottobre 2018
torna all'inizio del contenuto